Vademecum OMS per convincere il genitore a vaccinare

Arriva il vademecum dell'OMS per estinguere dubbi genitoriali sui vaccini. "Strategie per gli operatori sanitari" alias: prontuario di manipolazione psicologica dell'assistito.

0
1277

L’ostacolo da superare sono i dubbi del genitore che si appresta a effettuare la vaccinazione? Nessun problema caro operatore sanitario, basta seguire le linee guida strategiche disposte dalle autorità. Risposte confezionate per ogni evenienza, improntate a tre precisi obiettivi:

  1. rassicurare sull’innocuità dei vaccini
  2. enfatizzare la pericolosità delle malattie
  3. limitare un approfondimento scientifico autonomo da parte del genitore 

Augurandoci che il vademecum al profumo di marketing non sia atto a sostituire una forma di dialogo e confronto spontaneo tra medico e assistito, né orientato al mero convincimento di vaccinare a tutti costi, ne diamo una lettura critica. E invitiamo gli operatori ad applicare il principio etico secondo cui ciascun bambino meriterebbe sempre cure individuali personalizzate.

Le premesse in apertura e a fine documento sono positive: s’incoraggia il medico a prendere coscienza della sua posizione confidenziale, lo si invita a fornire materiale didattico (nrd. speriamo super partes e non pubblicitario), a non peccare di presunzione e a restare aperto al dialogo, riconoscendo la preoccupazione dei genitori e concedendogli ascolto.

Appaiono però frasi emblematiche come

Il successo lo ottieni quando tutti i vaccini che tu raccomandi vengono accettati…

e altre dichiarazioni generaliste che fanno leva su presunte verità scientifiche assolute.

Esempio 1

“I genitori potrebbero avere le seguenti preoccupazioni: se tutti i vaccini sono necessari, se somministrare tanti vaccini tutti insieme può causare danni, se la composizione del vaccino è nociva, o quanto sia efficace ciascun vaccino…

“Per questi genitori puoi enfatizzare la gravità delle malattie, e condividere la tua conoscenza riguardo al fatto che non c’è nessuna evidenza scientifica che faccia ritenere che il sistema immunitario di un bambino sano possa essere danneggiato dalla somministrazione contemporanea di più vaccini.”

A dire il vero un’importante Commissione d’inchiesta parlamentare sui militari ha stabilito l’esatto contrario, sebbene non si tratti di un’inchiesta sui neonati, dobbiamo dedurne possa applicarsi anche a individui piccoli, risaputamente più vulnerabili degli adulti.

La Commissione ha stabilito che per i militari italiani si rivedranno le procedure vaccinali in modo da evitare nei limiti del possibile malattie autoimmuni, reazioni avverse e indebolimenti provocati dalla somministrazione combinata e ravvicinata di vaccini. Verranno disposti esami, da svolgersi prima della profilassi, per limitare ed escludere danni prevedibili, e individuare controindicazioni specifiche. Ove possible inoltre si opterà per vaccini monocomponente. Ai militari, in pratica, d’ora in avanti, sarà garantita massima attenzione per via dei gravi episodi verificatisi. E ai bambini?

Esempio 2

“Rassicurali […]  esporre il bambino al rischio di malattie prevenibili da vaccino è un pericolo che tu non sei disposto ad assumerti.”.

Il medico dovrebbe spiegare ai genitori che la sua priorità principale è la salute del bambino e che non è pronto ad assumersi il rischio che il bambino contragga malattie prevenibili col vaccino. Per contro però siappiate, cari lettori, che nessun medico è mai disposto nemmeno ad assumersi la responsabilità dell’atto che va a compiere, né a certificare l’innocuità del vaccino che sta per somministrare a vostro figlio. Quindi, che valore ha questa affermazione?

…esprimigli la tua opinione personale e professionale che i vaccini sono sicuri

Eppure un recente best seller recita proprio: “Il vaccino non è un’opinione”. Forse non è stato trovato un accordo. Insomma, consigli controversi elencati all’interno del documento se ne trovano diversi, anche se la trattazione generale propende forzatamente all’equilibrio. A rattristare noi è bastato notare che non si prevede alcuno spazio d’approfondimento scientifico oggettivo, nonostante i genitori abbiano ancora pieno diritto a esigere adeguati chiarimenti e delucidazioni al fine di decidere se firmare (o non firmare) il consenso informato, prima di vaccinare i propri figli.

Insomma, è arrivato il vademecum OMS per convincere il genitore a vaccinare come mezzo di formazione pratica sanitaria, anche se parrebbe più un breve prontuario di manipolazione psicologica, sia per l’operatore, sia per i genitori. La guida non invita il medico a fornire alcun dato epidemiologico concreto, nessuna spiegazione su come realmente si valuta il rapporto rischio / beneficio di un trattamento terapeutico.

Si suggerisce al medico: “Sii pronto ad usare un mix di scienza e storie personali e sarai più efficace per affrontare le domande dei genitori.” Tra gli altri consigli figura il dire, ad esempio, che “ha vaccinato i suoi figli” senza problemi, o il raccontare una storia triste su un bambino non vaccinato che si è ammalato. Sia vero o no, tanto, che importa?!

Del resto, il successo si ottiene quando tutti i vaccini vengono accettati (cit.), mica quando ci si preoccupa se un farmaco possa nuocere o meno al benessere di un bambino. 🙁  Per ogni vaccinazione effettuata e al raggiungimento di determinate coperture tra i propri assistiti il medico o pediatra percepisce premi ragguardevoli. Il parametro di valutazione del successo può cambiare anche in base a questi fattori.

A voi l’analisi del vademecum.

Fonte: https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_134_allegato.pdf

Non escludiamo che la maggior parte dei genitori s’accontenti dell’approccio sanitario illustrato in questo documento. Tuttavia altri pazienti gradirebbero un po’ più di rispetto intellettuale. E se i genitori insistono? Per loro si è disposto questo: http://www.epicentro.iss.it/temi/vaccinazioni/pdf/LeDomandeDifficili.pdf
Prenderemo in esame le risposte del documento “Vaccini – Le Domande Difficili” in un prossimo articolo.

Hai letto: Vademecum OMS per convincere il genitore a vaccinare – Guida per estinguere dubbi genitoriali sui vaccini. “Strategie per gli operatori sanitari”.

 

COSA NE PENSI?

Digita il tuo commento

Ho letto la privacy policy e acconsento.

Il tuo nome...